TEL/FAX   +39 0184 33461


info@pastafrescamorena.it

PRODUTTORI DI PASTA FRESCA ARTIGIANALE CON INGREDIENTI FRESCHI
HOME DOVE PRODOTTI WEBCAM RICETTE

PASTA FRESCA MORENA SAS - VIA APROSIO 21/C
18039 VENTIMIGLIA (IM)

P.IVA 01489830081

Home
desktop

Arancini Di Spaghetti

indietro

Ingredienti

di

Maria Vermi

500 g di spaghetti 1-2 bustine di zafferano 4 tuorli d'uovo 50 g di burro 220 g di caciocavallo grattugiato Olio extravergine d'oliva Per il ripieno 300 g di polpa di maiale tritata 1 cipolla bianca media 2 cucchiai di concentrato di pomodoro casalingo (circa 150 g) 1 bicchiere di vino rosso (circa 125 ml) Sale Pepe 250 g di provola fresca a dadini Per la pastella 300 ml di acqua 150 g di farina Sale q.b. 500 g di pangrattato Olio d'oliva per fritture o olio di semi

spaghetti

Immagine

Tipo Pasta

Persone

Tempo

6

120

min

Preparazione

Questa ricetta si prepara in due tempi. La prima cosa da fare Ò¨ preparare il ragù di carne, cominciando con lo sciogliere in un po' d'acqua calda (non bollente) il concentrato di pomodoro. Poi tritate quanto piÒ¹ sottilmente possibile la cipolla o àâ'¬â'Ó come faccio io àâ'¬â'Ó frullatela con olio nel mixer fino a farla diventare impalpabile. Rosolatela in padella insieme ad olio ed a un po' di burro e quando sarÒ  appassita aggiungete la carne di maiale e fatela rosolare per 5-6 minuti, quindi aggiungete il vino rosso e fatelo sfumare per qualche minuto. Infine, aggiungete il concentrato di pomodoro diluito, aggiustate di sale e pepe e àâ'¬â'Ó se volete àâ'¬â'Ó date una spolverata di noce moscata, quindi lasciate cuocere il ragÒ¹ a fuoco lento per almeno 30-40 minuti. A questo punto la ricetta prevede la cottura nel ragÒ¹ di 200 grammi di piselli (anche surgelati) che io, perÒ², non utilizzo. Stando attenti a che il ragÒ¹ non si attacchi al fondo della pentola cuoca telo ancora fino a quando non si sarÒ  ben addensato: deve risultare quasi compatto. Trasferitelo ora in una ciotola e lasciatelo raffreddare bene per una notte in frigorifero. Intanto che il ragÒ¹ completa la sua cottura, mettete a bollire abbondante acqua salata e scioglieteci dentro lo zafferano. Spezzettate gli spaghetti e cuoceteli scolandoli abbastanza cotti, ma non collosi. Raffreddateli sotto un getto d'acqua fredda, scolateli bene nuovamente e trasferiteli su una spianatoia. Conditeli con olio e burro in maniera da non farli attaccare tra loro. A questo punto impastateli con il formaggio grattugiato, i tuorli d'uovo e se necessario aggiustate di sale. Amalgamate bene il tutto, quindi trasferite la pasta in una teglia abbastanza larga, copritela con pellicola o carta alluminio e lasciate riposare anch'essa per una notte in frigo. L'indomani componete gli arancini prendendo un po' di spaghetti e, tenendoli nell'incavo della mano, create un piccolo cratere all'interno in cui inserirete un cucchiaino di ragÒ¹ ed un dadino di provola. Poi, aiutandovi con la pressione delle mani richiudete l'arancino ed adagiatelo su un vassoio. Procedete allo stesso modo fino a formare tutti gli arancini . A questo punto coprite il vassoio con pellicola e mettete il tutto in frigorifero giusto il tempo di preparare la pastella. In una ciotola unite farina, acqua ed un pizzico di sale. Amalgamate il tutto con una frusta in maniera da avere un composto liquido e senza grumi. Fate scaldare bene l'olio per friggere ed iniziate a passare, ad uno ad uno, gli arancini prima nella pastella e poi nel pangrattato. Quando l'olio sarÒ  ben caldo (per verificare che l'olio sia arrivato a temperatura immergeteci la punta di uno stuzzicadenti di legno se comincerÒ  a friggere allora sarÒ  giÒ  abbastanza caldo) cominciate a friggerli per non piÒ¹ 5-6 minuti e comunque fino a quando la panatura non sarÒ  ben dorata. Lasciate scolare gli arancini su un vassoio ricoperto con carta assorbente da cucina in modo da perdere l'olio in eccesso. Serviteli caldi, ma non bollenti. Suggerimento: Se volete li potete congelare crudi, ma giÒ  impanati, per poi friggerli all'occorrenza ancora surgelati. Inoltre potete variare il ripieno a vostro piacimento. Ad esempio besciamella, provola e prosciutto cotto tritato o ancora besciamella spinaci e provola affumicata, o besciamella e funghi trifolati come in quella che ho trovato io.

SU

Ivan Simoni
www.localdata.it